Alberto Sivieri

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

Pergola-Marche

Pergola-Marche

Portici Bologna

Portici Bologna

Chiesa dei Servi Bologna

Chiesa dei Servi Bologna

palazzo marche

Palazzo Marche

tulipano

Tulipano

tramonto

Tramonto

canale

Canale

martina

Martina

Grafica e fotografia non sono solo un mestiere, ma un modo per dare libero sfogo alla creatività.

Alberto Sivieri è un grafico con la passione della fotografia. Ha trasformato fin da subito la sua passione in arte e vuole adesso, dopo molti anni di lavoro come grafico, trasformare quest’attività in espressione artistica. La fotografia, oltre a far parte del suo lavoro, e la lunga pratica che n’è derivata è diventata in seguito arte. Un’esperienza che ha portato avanti quasi in forma di professionismo; oggi cerca di legare la grafica, che è la sua prima attività, con questa passione, “sbizzarrendosi” letteralmente, ad elaborare sue fotografie al computer, con esiti davvero raffinati. Focalizza dettagli, li sottolinea o li inserisce, dando libero sfogo alla sua creatività. Ha ritratto nelle sue fotografie città come Bologna (dove vive e lavora), particolari di paesi come sono le spettacolari architetture degli interni delle Marche, figure femminili, come nel ritratto della figlia Martina, e come sono i paesaggi marini, rielaborati al computer in guisa di belle cartoline. Accade così che un particolare della Chiesa dei Servi di Bologna, divenga un ritratto rielaborato in tutti i suoi dettagli con particolari cromie e sfumatura.


Commenti

enzio - Giovedi, 6 Novembre, 2008 alle ore 19:24:13

commento: luisa ed io abbiamo osservato attentamente uno ad un i quadri esposti.
Complimenti!
Sarebbe difficile dire qual è il migliore!
peccato che non si riesca ad "ingrandire" l'immagine (o  siamo noi che non ci siamo riusciti?!)

 

Stefano Spagnesi - Lunedi, 27 Ottobre, 2008 alle ore 15:44:24

commento: Le opere dell'artista sono meravigliose, i colori decisi sono uniti alla forza romantica delle immagini raffigurate. Quella intitolata "Martina" mi ha colpito particolarmente. Complimenti,
Stefano