Jedan tajanstven caroban aparat. = Un misterioso magico congegno

di Renato Lonzar

Guarda il profilo

Quest'oggi alla škole Matije Vlačića di Labin c'è un' aria magica al passaggio della maestra Adalgisa, fenomeni inconsueti si verificano fra lo stupore generale di quanti sono nella scuola.
Effetti fulminei di luce, scintille s’accendono repentine, bagliori  errano nell'aria quando una lama di luce incontra il dondolante ninnolo, ella porta al collo, sprizzano scintille nelle più disparate direzioni, come fosse un magico congegno luminoso.
L'uciteljica, passo baldanzoso, entra nella classe, sale in cattedra e deposti il registro e i libri sulla stessa, assume dignità professionale e vorrebbe dichiarare lo studio della giornata, ma l'arcano ninnolo stupisce ancora con la sua magia.
Il sole, foriero della appropinquante primavera, entra dalla finestra ed avvolge la maestra che rifulge nei dorati capelli, ma incontra anche il misterioso ninnolo, che  orna il collo, ed allora si scatena una ridda di scintille le quali tempestano le pareti della stanza di bolle d'oro e multicolori mentre una cascata luminosa di rutilanti gocce dorate scende e rimbalza dalla cattedra. I discenti ammutoliti ed ammaliati da un simile spettacolo aprono la bocca in un
OOOOHHOHHHHHHHHHH!!! di meraviglia estasiata.  Il piccolo Goran è il primo a sillabare la domanda che gli preme sulle labbra. Chiede spiegazione sulla  magica lampada che la maestra porta al collo.  L'uciteljica, confessando di non comprendere per quale motivo  si sviluppino i fenomeni,  scioglie il ninnolo dal collo e lo tiene all'ombra della mano ed assieme ai ragazzi, riunitisi intorno, inizia la disanima dell'oggetto che viene osservato da vicino da molti intelligenti occhi. C'è chi dice di vedere bollicine dorate che girano all'interno, chi invece vede parole, chi un messaggio ripiegato come in una bottiglia, chi chiede da dove provenga il ninnolo?, qualcuno chiede chi lo regalò alla signora maestra?. La maestra narra che le è stato regalato da un amico che si diletta nello scrivere belle poesie. Allora  il poeta è innamorato della signora maestra!? Ed è anche un mago! con la magia ha nascosto all'interno le sue poesie e quando la maestra lo indossa si scatenano effetti magici! All'interno sono celate poesie d'Amore scritte dal poeta per la signora maestra!.
Scossa e turbata, "questa è una favola! non è più tempo delle favole!" La maestra propone alla scolaresca di ritornare al proprio posto per il compito perché non c'è tempo da perdere, i programmi ministeriali incalzano, bisogna raccogliere risultati.
Mentre così dice stringe nel pugno il ninnolo, se lo porta vicino al cuore per qualche minuto poi prende la borsa e lo infila in una taschina. Un sorriso da Gioconda le aleggia sulle labbra. Sarà innamorato il Poeta? E' una favola del XXI secolo!

23febbraio2007 ©   RenatoLonzar

P.S. I fatti e le persone sono frutto d'inventiva non hanno alcun collegamento con la realtà.

 

Gocce d'oro e d'Amore

Riverberata caverna,
fiammato crogiolo.
Cristallo avvolge schietto oro
Alchimista, secreta, declama
formula verbose parole
inintelligibili.
Ninnolo, nelle pliche
arcano asconde,
fluenti oro gocce,
bollenti Amore parole.

 

26febbraio2007 ©