Un nuovo giorno

di Clazan

Guarda il profilo

 L'alba da poco stava donando la luce alla città ancora sonnacchiosa. Sonnacchiosa proprio come lei, distesa a pancia in su nel letto, si godeva tranquilla gli ultimi istanti del tepore creato dal soffice piumone d'oca color panna.
Lui uscì dalla doccia ancora bagnato, con l'accappatoio stretto in vita e senza altro in dosso.
Lei lo guardò con gli occhi socchiusi e con il cuore che le pulsava insistente nel petto; le piacevano quei momenti di intimità e quello scrutare la vita altrui, la rassicurava.
Lui si sedette sul letto, poi si sdraiò.
Lei non resistette, gli si piombò addosso come un leone sulla preda, ma lo fece in maniera dolce di modo da fargli percepire a pieno la sua carica emotiva.
Fecero l'amore con tutta l'intensità che riuscirono a esprimere e per tutto il tempo a disposizione. Per il resto della città, quel giorno era appena iniziato.
Per loro. invece, era come se fosse già terminato.