Angeli senza ali, di Gaetano Gulisano


Guarda il profilo  

Senz’ali muti angeli vagano
per le corsie degli ospedali

portan speranza la dove è vano
sognar guarir da atroci mali

senza curarsi della fatica
conforto danno a chi più non spera

come la nave che il porto  trova
in voi si scorge la calma sera

non siete arcani ma siete reali
angeli dolci senza le ali

siete i dottori e gli infermieri
che calmi vagan per gli ospedali   

Gaetano GULISANO