Mauro Carbonetta

Non è facile commentare i dipinti di Mauro Carbonetta. Non è semplice tradurre in parole tutto il sentimento e la dolcezza che trasuda dai suoi quadri. Molto meglio sarebbe lasciarsi andare, cedere davanti a tanta bellezza eterea, abbandonarsi alla fragrante e delicata brezza che le sue opere sembrano emanare, come se non stessimo semplicemente ammirando i quadri di un pittore, ma piuttosto osservandolo mentre li dipinge, come fossimo realmente presenti in quei luoghi. Un romanzo non si può scrivere su un pentagramma; il compositore non annota la sua musica con le lettere. Il pittore arriva all'anima senza le parole. Non dico altro eccetto di visitare il sito di questo artista www.maurocarbonetta.com

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

Mauro Carbonetta è nato il 24 febbraio 1961 a Villa Santa Maria in Provincia di Chieti. Ha frequentato prima l'Istituto Statale d'arte, poi si è iscritto all'Accademia delle Belle Arti a Napoli.

Nel corso di questi anni ha sviluppato la sua ricerca nel campo pittoreo, ed è giunto ad una forma d'espressione che vuole essere un'autentica vocazione alla riscoperta della forza genuina del sentimento. Ha ricercato con veemenza la forza del colore puro che modella la forma in una concezione nella quale simbolo e realtà tendono a fondersi. La sua pennellata è divenuta col tempo, matericamente satura, ma anche volutamente fluida ed in grado perciò di esprimere movimento. I temi tratti nei suoi dipinti sono vari: la figura, il paesaggio, il nudo femminile. Ma una costante è l'onnipresente esplosione dei colori nonostante la sua introversione di carattere. I suoi principali maestri sono stati: il grande pittore italo-argentino Rocco Olivo Castracane, scomparso alla fine dell'anno 2000, e lo scultore Paolo Spoltore.

I critici ad interessarsi di lui sono stati tanti. Qualche nome per tutti: lo storico dell'arte prof. Corrado MARSAN, prof. Raffaele DE GRADA, Giorgio FALOSSI, Teodosio MARTUCCI, Maria Rosaria BELGIOVINE, Alfredo PASOLINO .

Le sue mostre principali: 1996, Galleria Modigliani, Milano; 1999, Città di Rimini, Rimini; 2000, Galleria Foyer Lanciano; 2002, 2003 Salone delle esposizioni, Villa Santa Maria; 2004 Roma, Galleria Logos " Nuovo Umanesimo di arte visiva contemporanea sulla figura umana"; 2004 Novara, Concorso Elena Mirò; 2004 Mostra concorso "Federico Spoltore" Città di Lanciano.

I suoi lavori sono esposti a Villa Santa Maria ( ha donato alcune tele alla chiesa Madonna delle Grazie e al Comune di Villa Santa Maria), Pietraferrazzana, Marina di Gioiosa Calabro (RC), Spello (PG), Milano, Vicenza, Roma, Napoli, L'Aquila, Toronto (Canada), New York.

BIBLIOGRAFIA

Dizionario Enciclopedico Internazionale d’ Arte Contemporanea 2000/2003, Casa Editrice Alba, a cura di Roberto e Flavio Puviani.

Avanguardie 2005 Artistiche. Centro Diffusione Arte Editore.