Cinzia Belmonte

I dipinti di Cinzia Belmonte presenti in questa pagina, rievocano il mondo orientale in maniera suggestiva, mostrandone un lato dolce, alle volte velatamente malinconico, che ci trasporta in una dimensione dei sensi che sentiamo di poter toccare, sentirne il respiro che delicatamente ci sfiora il cuore, l'anima. Ma l'estro creativo di questa pittrice non si ferma a quello che potrete osservare qui sotto, come voi stessi avrete modo di capire visitando il suo sito www.cinziabelmonte.com così da poter apprezzare tutta la sua produzione artistica.

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

Maternità: Acrilico e pasta acrilia a rilievo su cartone telato, anno 2007, cm 35x50

Apprendista: Acrilico e pasta acrilia a rilievo su tela, anno 2006, cm50x70

La foresta: Acrilico e pasta acrilia a rilievo su tela, anno 2006, cm 60x80

Ai giardini: Olio e pasta acrilica a rilievo su tela, anno 2005, cm 64x123

Tramite i colori, le linee, le immagini sono le stesse opere a descrivere la biografia dell' artista.

Esse sono una prova della propria crescita interiore infatti esprimono un sentimento un ricordo o un desiderio di una persona.

Cinzia Belmonte dipinge dall'infanzia cercando di perfezionare uno stile realistico che rende più difficile l'intento del lavoro. Impara ad esprimersi artisticamente dagli insegnamenti della sorella maggiore che nota subito la sua predisposizione per il figurativo e la esorta a frequentare il liceo da lei gia' frequentato e, ancora adesso, con grande pazienza, la consiglia o la fa riflettere. Nel periodo degli studi liceali (terminati a Palermo nel "92) nascono opere che tendono a perfezionare la tecnica tralasciando un po' i sentimenti che, fuoriescono lentamente, dopo diverse manifestazioni artistiche che la mettono a confronto con gli altri e le fanno scoprire un mondo diverso.

Lavorando in due centri d'arte, tra gli artisti piu' famosi, affina la tecnica ed il pensiero, adesso il suo sogno ricorrente è un'anziana donna che dipinge nella serenità del suo studio.

LA TECNICA:

Nell'ultimo periodo nuove sfaccettature sullo stile hanno portato alla nascita di opere che richiamano il mondo orientale, tutte a rilievo, quindi più realistiche possibili.

Anche i colori sono ormai quasi sempre acrilici, anche se non si può rinunciare all'effetto lucido tipico dei coliri ad olio ottenuto da uno sprai che sigilla e protegge l'opera assicurandone la fissione nel tempo.

Si parla di un nuovo capitolo con i suoi bassi e alti cosi' come la regola della vita vuole...

Se un artista ha fame dipinge una mela e placa

il suo appetito...