Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

Come un miraggio

di Mariastella Augello

Guarda il profilo


E' mattino. Una bellissima giornata di sole.
Mi alzo dal letto felice e spensierata, sapendo che oggi ti rivedrò dopo un mese di lontananza.
Metto i piedi per terra e attendo il consueto e dolce saluto del mio cane.
Insieme ci avviamo verso la cucina seguendo l'intenso aroma del caffè appena fatto.
Tra un'ora l'appuntamento.
Torno nella mia stanza e inizio a tuffare bramosamente le mani nel guardaroba, tentando di trovare un abito che ti faccia rimanere incantato, come quando mi vedesti per la prima volta.
Prendo la maglia color ciclamino, un pò scollata che ti piace tanto e il pantalone a sigaretta nero che si uniforma alle curve dl mio corpo e li poggio sul letto...Accosto le scarpe nere col tacco che mi regalasti.
Fresca di doccia, inizio a passarmi la crema sul corpo.
Sento già su di me le tue mani, che scivolano lentamente sui miei fianchi sinuosi e le tue labbra sul mio collo.
Indosso gli abiti che avevo preparato e vado davanti lo specchio per truccarmi e raccogliermi i capelli dietro la nuca.
So già che ti piacerò.
Una goccia di profumo e sono pronta.
Mi butto sulla sedia in attesa che il campanello suoni...la mia mente vola...ti immagino..come un miraggio: sospirato, desiderato, atteso, posseduto, intenso e vanificato.
Suonano alla porta.
Sobbalzo dalla sedia.
Il mio cuore inizia a palpitare, mi tremano le mani, ho mal di pancia, un miscuglio di sensazioni pervadono il mio corpo.
Cerco di aprire la porta, ma le mani sudate non mi fanno afferrare la maniglia per aprire; mi scivola, come se fosse insaponata.
Finalmente spalanco la porta... sei tu!
Come un raggio di sole illumini il mio volto e riscaldi il mio cuoreI nostri occhi si incontrano.
Un istante che sembra eterno.
Sembra che in quest'attimo volessimo raccontarci tutto ciò che non ci siamo detti in questo mese.
Mi perderei nel profondo dei tuoi occhi...
All'improvviso ti avvicini e mi sussurri: "Sei splendida, mi sei mancata!!
Mi stringi forte al tuo petto e prendendomi per mano mi porti via, con te.