Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

Leggenda di Natale

di Cristoforo De Vivo

Guarda il profilo



In un piccolo paese di nome Kressburg, in Germania, viveva una vecchia signora di oltre cent’anni: si chiamava Kate.
Una sera, era la sera del ventiquattro dicembre, nella piccola casa entrò improvvisamente la Morte: era passata dalla porta chiusa, silenziosamente.
Kate, che stava sferruzzando, alzò gli occhi su di lei:
e’ ora? Chiese ansiosa.
E’ ora, rispose la Morte.
Aspetta ancora un po’, te ne prego supplicò la vecchina.
Devo finire questa maglia di lana.
Quanto tempo ti occorre?
Kate diede un rapido sguardo al lavoro, fece mentalmente un breve conto e rispose:
due ore. Due ore mi bastano.
E’ troppo.
Ma io devo assolutamente finire la maglia. Tutti gli anni ne faccio una per il Bambino che nasce. E se non riesco a finirla, il Bambino avrà freddo. Non senti che gelo?
Due ore di ritardo nell’ubbidire alle leggi di Dio rispose la Morte, significano duecento anni di pene da scontarsi in Purgatorio prima di raggiungere la Pace Divina.
La vecchina ebbe uno sgomento. Ma poi scosse il capo: non importa rispose.
Il Bambino, senza maglia, soffrirebbe. Duecento anni? Pazienza.
E continuò a sferruzzare veloce, mentre la Morte, in un angolo, attendeva.
Mancavano pochi minuti alla mezzanotte, Kate alzò il capo:
sono pronta-disse alla Morte.
Uscirono insieme e s’incamminarono vicine sotto il cielo coperto di stelle.
Sulla grande strada alberata dovettero fermarsi.
Circondato da un alone di bianchissima luce, avanzava il Bambino che si recava a Betlemme.
La vecchina s’inginocchiò e, quando Egli le fu vicino, gli porse la maglia.
Il Bambino si fermò, guardò la Morte che attendeva poco discosta e chiese:
dove andate?
A scontare duecento anni di pene per raggiungere la felicità eterna...rispose la vecchina.
Il Bambino la fece alzare e rivoltosi alla Morte disse: Vattene! L’accompagno Io.
Prese per mano la vecchia Kate e ritornò indietro sulla via percorsa,
fino in Paradiso.
Poi riprese il cammino per andare a Betlemme: ma quando vi giunse era mezzanotte e cinque minuti.

Kressburg, in Germania, è l’unico paese del mondo cristiano in cui le campane suonino la gloria della nascita del Redentore cinque minuti dopo la mezzanotte.

Cristoforo De Vivo

 

Commenti

 

edywild - Mercoledi, 9 Luglio, 2008 alle ore 23:20:02

commento: E' molto dolce...

 

Giuseppe Fer. - Venerdi, 9 Maggio, 2008 alle ore 15:37:12

commento: me la raccontava spessomia madre quando ero piccolo,adesso non si usa più ciao

 

Anna R. De Santis - Martedi, 8 Aprile, 2008 alle ore 13:14:13

commento: Bellissimo. Mi è piaciuto tantissimo. E' scorrevole, si legge volentieri, ma soprattutto c'è sentimento, c'è bellezza, c'è pulizia, e finanche la Morte vi appare naturale e accettabile. Il tuo racconto è coraggioso, in questo periodo in cui ci si vergogna dei buoni sentimenti, e credo che nuotare contro corrente sia anche impegno sociale.
Vorrei sapere una cosa: davvero a Kressburg c'è quella particolarità? E' una leggenda che hai immaginato tu o già esistente? Ciao!