Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

Vecchio pianoforte e altre poesie, di Floriana Romano

Guarda il profilo

 

1)Poesia.

Ti sbagli se credi d'essere lontano
e che io, assetata, non ti possa ritrovare.
Io ti catturo con i miei occhi,
con le mie palpebre ti attiro a me,
le chiudo e tu resti dentro prigioniero.
Spero non mi lascerai più, perchè
il tuo passaggio è rimasto nei miei giorni,
Mi tieni completamente nelle tue mani
come io tengo te nel mio pugno.

Tu che leggi, sta attento
perché vedi, non stai solo sfogliando un foglio
stai sfogliando una creatura.
Lei non può colpirti col suo sguardo
ma con le sue parole,
se tu vuoi ascoltarle.
Come una sposa, la tua creatura
si è adornata perché tu la potessi amare
ed, esitante, lei prega che, poi,
tu abbandoni la tua cieca indifferenza
e la faccia entrare nel tuo mondo.
Da bambina sapeva cose più belle,
ma le parole più belle le ha dimenticate.
Perciò sono qui a mostrare quello che mi è accaduto;
quello che il tempo ha sbiadito
senza poter del tutto cancellare.
Perciò ti chiamo. Il mio richiamo è leggero, sottile.
Tu senti quello che dico, ma comprendi quello che sento?

2)Travels - Viaggi

Potessi solo afferrare un pezzo di mondo,
annodarlo, farne di esso un fazzoletto
per portarlo in tasca in ogni dove.
Questa città mi sembra un vino colorato
in un levigato calice di cristallo
che sta e brilla davanti a me
e rispecchia la mia immagine.
Le acque scorrono sotto di noi,
il selciato ascolta e cerca a tentoni il mio passo
pieno di sospetto e di curiosità,
là si parla una lingua che non è mia.
La luna mi osserva dall’alto come un assassino
quando, la notte, contro il mio petto s'infrange
respiro un mondo straniero.
Verrà prima o poi il tempo di fermarmi,
ma per quanto io mi sforzi,
ho ancora sabbia nelle mie scarpe.


3)Scrivere è sognare


Scrivere è sognare
Solo di notte
Due metà della stessa unità
Si incontrano
Le due parti di me stessa,
Come due anime
Si uniscono
Solo di notte
Per dar forma
A rime disperate.
Provo a sognare
Anche di giorno
Ma il sogno non
Riesce a prender forma
Devo solo aspettare
Che il buio e il silenzio
Prendano il sopravvento
Per essere di nuovo
Un insieme compiuto;
Le parti di me stessa
Si riuniscono
Perché di nuovo anima
e corpo si incontrano
Nel mondo sognato della poesia.

 

4)Vecchio pianoforte


Suona piano suona
Finché avrai voce
Finché avrai forza
Finché avrai chi ti ascolta
Inonda con le tue note
Tutta la volta della misera terra
Riempi l’aria e il deserto laggiù,
Perché il tuo suono
percorra queste strade
e il tuo canto più dolce della rugiada
giunga consolatore
all’afflitto cuore
di giovani amanti
per alleviare qualche ferita
che per troppo tempo è stata impartita.
Suona piano suona
Finché avrai voce
Finché avrai forza
Finché avrai chi ti ascolta
Non indugiare
Fammi sentire le tue corde vibrare
e produrre un canto suadente
per questo cuore sofferente.
Sii mia musa
perché io scriva ciò che sento
cosi dentro di me
il tuo suono sarà più forte
sarà luce di un sentiero desolato
Suona piano suona
Finché avrai voce
Finché avrai forza
Perché c’è ancora chi ti ascolta.

5)Dove sei


E’ notte! Evapora la strada
Fuori si espande la mia malinconia
Raggomitolata nelle lenzuola
mi perdo nei miei sogni
dove vedo perle fra il cielo e la terra.
Sono luci senza luce queste stelle
che in una silente solitudine graffiano
il soffitto del mio cielo.
Mi spingono verso l’infinito
in questo mondo caotico
alla ricerca della tua presenza
in un giardino profumato d’incensi
pieno di angeli, custodi della notte.
E vorrei arrivasse il giorno
per ricongiungermi a Te,
Stella della Vita.

6)Madre Terra


Racchiudi la vita in una goccia
Accarezzi il sole con le tue mani
Scarichi la tua ira che si tramuta in acqua
Ci circondi con il tuo corpo
Nascondi i più grandi segreti
Ascolti i lamenti della gente
da ogni continente
Eppure fai sentire a tutti la tua potenza
anche se a nessuno importa della tua purezza
E a tutte quelle specie in via d’estinzione
Non possiamo fare altro che
rivolgere una preghiera perché sul loro
capo è già scritta la sentenza.
A te va il mio pensiero
lo terrò ben stretto
affinché ognuno ti porti un po’ di rispetto.


7)Frammenti di te


Frammenti di te
come pezzi di un vetro rotto
abitano la mia memoria
Si è esaurito l’odore dei vestiti
i mobili sono in strada
e sul portone impronte della tua mano.
Il tempo è ciclico come l’amore e come la morte
Se i tuoi anni sono abbastanza pochi
per renderti conto di come va il mondo
non riesci a spiegartelo
e di te resta solo una scia
che non spiega niente
non dà risposte alle tue domande
Attraversi il tedio della vita
e ti fumi la notte
prima che lei t’inghiotta.
che cos’è che mi rende cattiva e nervosa
è la città che si fa pericolosa?
o è questa ricerca
nei meandri della mia testa
che mi presenta un’immagine, un’ideale
Mentre passo attraverso i ricordi
le cui mura si stanno facendo a pezzi
Sono distratta e mi chiedo
se è la vita o è il nulla
Ma niente di ciò che vedo ha sostanza
Ti guardo e ti riguardo
e l’unica cosa che distinguo è solo un nome…
un frammento di te.

 

 

Commenti

 

Floriana - Domenica, 28 Settembre, 2008 alle ore 16:13:16

commento: Grazie mille Pino, non mi capita spesso di ricevere dei complimenti,anzi a volte chi scrive poesie è visto sempre in modo non molto positivo(noioso, secchione, incapace)!mi fa piacere tu abbia compreso i temi di queste poesie e parte di me stessa, però non scrivo solo di questo!sono convinta che uno scrittore debba essere aperto a 360 gradi a tutte le esperienze, semplicemente deve essere aperto alla vita!

 

Pino Marchese - Giovedi, 18 Settembre, 2008 alle ore 18:40:01

commento: Ciao Floriana.Ho letto le tue Poesíe,e mi sono piaciute molto,ho intravisto molta tristezza e amore per la natura,ti poni delle domande cercando la risposta dal mondo che ti circonda in special modo quando sei sola a contatto della natura,o sola nella tua stanza,una risposta che ben conosci poiché ogni cosa l'uomo ha rovinato.Anch'ìo scrivo poesíe simili,dedicate alla Mamma,alla Terra,all'impurezza delle situazioni che ci circondano e cosí via.E penso di capirti,hai un cuore umile.Brava continua,poiché i tuoi valori morali sono alti.