Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

Nube e altre poesie, di Marco La Rosa

Guarda il profilo

 

Nube

 

Alta
Densa
Impalpabile

Attonita
Aria
Addensata

Plumbeo
Pensiero
Lontano

Rinchiusa
Fantasia
Colgo

 

Oggi

 

Né ieri né domani
Lascierò pensieri costruirlo
Lontano da miraggi
Cercando la realtà

Alba di una luce
Prospettiva di un incontro
Futuro di speranze
In un passato di verità

Fiera di raffronti
Vortici di luci
Ombre come oasi lontane
Sbiadite accanto a me

Sguardi in un tramonto
Carpiscono sensazioni
Smorfie del tempo andato
Attimi di oggi



Pioggia

 

Scendi
Da cieli immobili
Silenziosa

Lacrima dolce
Senza rumore

Pesante trasparenza
Nata per cadere
Caduta per rinascere

Compagna da fissare
In un sogno ricorrente

Romantica cadenza
Assopita dai ricordi
Pensieri ormai lontani

Lava esistenze
Cancella illusioni
Dona speranza

A chi come me
Al cielo volgendosi

Chiudendo gli occhi

Da te
Sul suo viso

Si fa baciare

 

Prospettive

Sogno
Realtà
Finzione
Alberi spezzati lungo la via

Petali di rosa
Bianchi
Cadono ancora
Ad una carezza di vento

Fiera incombente
Vanità
Superbia
Ancora cemento su asfalto

Argentea
Rugine
Contrasta
Rapidi raggi stanchi di sole

Fuggo
Immobile
Scompaio
Un lampo di luce corre lontano


Ritratto d'estate

Di profumo sa l'amore
Mare antico bianco e nero
Tramonto pieno come incanto
Silenzio fermo che non parla


Senza Nome

Cancellai strade percorse
Ridisegnando il mio cammino
Con colori e profumi
Di un mondo ormai svanito

Alla ricerca di un sentimento,
Alla ricerca di un pensiero

Rallentavo i miei passi
Scorgendo esili orizzonti,
Mi fermavo a guardare,
Sognavo di immaginare

Adagiato lì,
dove il mare torna indietro,
Un'orma si modella e poi svanisce

Ai rintocchi delle onde,
A ricordo del tempo fluire
Indelebile rimarrà il tuo viso nella mente

Celato dentro il cuore
A ricordo di un presente,
A consapevolezza di un amore.

E così,
in un tempo che non c'assomiglia,
riscopro la mia anima sentendo la tua mano,
Restando aggrappato

A te.

Alla vita.

All'amore.


Soli

Soli,
Non si è mai soli.

Basta solo una sola linea
a congiungere due sguardi soli
Semplicemente in un sol gesto
Solamente in un sol incontro

Soli,
ma non solo.

Perché in quel sol momento
In quel solo attimo
Due sole vite
In una sola verità

Per un unica e sola esistenza

 

Terra

Sfera imperfetta piena di magia
Quotidianamente rotei per noi
Lungo ed imperturbabile movimento Fluire di un attimo, costante di una vita

Da sempre c'hai mostrato
Uno spettacolo incontrastato
Forza pura ed inalterata
Riserva non ancora svelata

Trascini con te la nostra esistenza
Troppo piccoli noi a resistere
Cullati, forse, da un destino
Troppo difficile da cambiare

Di sicuro però ancora esterefatti
Verdi, azzurri e gialli i tuoi ritratti
Varietà impossibili da descrivere
di una terra magnifica su cui vivere


Una goccia di sole

Perdere la memoria e riscoprire i ricordi
Lasciare al fato inevitabili domande
Di sabbia è quel cielo colorato d'azzurro
Accecato l'amore sta correndo nel vento
Su uno specchio è ferma una goccia di sole
Rinascerà di nuovo quella luce riflessa


Una stessa strada

Prendi la mia mano
Candido viso
Cosa senti?
Sorridi all'amore

Tocca la mia pelle
Dolce sentire
Cosa pensi?
Splendi alla luce

Ascolta la mia voce
Canto di vita
Cosa capisci?
Echeggi nell'aria

Guarda i miei occhi
Immagine vera
Cosa vedi?
Rifletti emozioni

Stringi il mio corpo
Trasparente è la tua anima
Non lasciarmi andare
Insieme, su una stessa strada


Una storia a lieto fine

Di una storia a lieto fine
È questo il principio
Ai confini della realtà
Di qualcosa chiamato amore

Forse un uomo chissà
Quel giorno camminava
Minuto e leggero andava avanti
Il vento lo attraversava

Stretta aveva la presa
Chiusa in pugno di luce
Non pesava la sua mano
La pioggia lo attraversava

Non aveva una meta
Eppure correva, correva ancora
Consapevole di una forza immensa
La fatica non lo piegava

Scriviamo pagine e libri
Ipotizziamo teorie
Dando interpretazioni
Ad un mistero ancora inspiegato

Si muove nascosto in noi
Ogni giorno come l'aria
Un sentimento sempre più vivo
Che d'improvviso ci trascina via

Trasportati inermi
Senza freni nè catene
Ringraziamo ogni singolo momento
Guardando ancora su tra le nuvole

Ad un tratto lui rallentò
Incuriosito voltò il suo sguardo
Un'ombra stava lì:
"Segui il tuo cuore - gli disse -
non hai bisogno di chiedere..."

Era un giorno lontano
Quell'uomo fermò i suoi passi
Sospeso su noi, guardava giù
Non aveva bisogno di sapere che fare

Aprì la sua mano
Ogni cosa d'improvviso cambiò
Niente sarebbe stato più lo stesso
Nulla sarebbe più stato...

Senza amore

 

Vieni con me

Vieni con me a guardare il mondo
Stringi gli occhi, cosa vedi?
Non è poi così male in fondo
Se hai qualcosa in cui credi

Affacciata sospesa ondeggia
Fermo e rigido è il mio pensiero
Una mente libera che galleggia
Invita ancora te a scoprire il vero

Vieni con me perché è lì che vado
Apri la tua mano, riempila di vento
Meraviglie vedremo e non di rado
Forza, fiducia, amore è ciò che sento

Da qui nati liberi siam partiti
Lungo una strada senza margini ne confini
Un laccio porta avvolti i miei spartiti
Di una musica e sentimenti a me vicini

 

 

Commenti