Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

LiberaMente, di Emanuela Nardi

Guarda il profilo

 

Pensiero ti invoco nel buio più nero

mentre la notte mi avvolge dolcemente

il tuo stretto abbraccio incatena la mia mente.

Cerco di separare dal falso ciò che è vero

Ma temo di annegare nel mistero.

 

I sogni nella notte schiudono vivide realtà.

Il ricordo del giorno è nebbioso e sfuggente.

Lascio rotolare giù dal letto le mie idee:

fuori da claustrofobiche pareti

volano LiberaMente.

 

Aspetto e il sole sorge lentamente

La luce di un nuovo mattino illumina il presente

conservo con cura i doni del nero passato

ma intanto il mio sogno si è avverato:

il triste pensiero è stato liberato.

 

 

Commenti

 

Christian - Venerdi, 18 Aprile, 2008 alle ore 11:53:07

commento: perché, c'è gente ke nn vuole un po' di potere? ke nn vuole una realizzazione del sé? anke quelli ke fanno le manifestazioni per la pace x me sn ipocriti, dato ke poi nn vanno d'accordo cn il compagno di banco, o cn un amico. la pace vera la puoi trovare solo dentro di te, dato ke al di fuori nn ci sarà mai. e poi x me sn solo pregiudizi quelli verso il servilismo e la brama di potere ke c circondano, ora se tu vuoi essere libero puoi esserlo. ecco perché sn tornato ad una disposizione classica dei versi, una disposizione pari. il dispari è il disordine interiore, il pari è la pace del cuore, ke sl dentro l'animo puoi trovare, nn te la dà nessuno.
: fare la rivoluzione è essere sempre schiavi di qualcosa, della tua ideologia che porta ad un non ritorno. mentre essere liberi da tutto fa ricominciare la vita, la fa ritornare, ma nn uguale a quella precedente, una vita senza ideologie e fini, come una specie dell'uomo dell'eterno ritorno di nietzsche

 

emy - Venerdi, 11 Aprile, 2008 alle ore 11:26:28

commento: Ciao Christian. Hai ragione:do importanza all'estetica (specialmente nell'arte) xkè penso Ke la forma riveli, almeno in parte,la sostanza;anima e corpo si possono scindere?"Liberamente" non è uno sfogo ma un rito apotropaico x allontanare un pensiero triste ke mi assale durante la notte. Invece di sentirmi prigioniera immagino ke la tristezza sia un mio ostaggio, e la libero.Il giorno ke inganna?E xkè?Il sole è vita, luce, bellezza.Un nuovo giorno offre l'opportunità di vivere ancora e,se lo vogliamo, di liberarci dei nostri incubi cercando di realizzare i sogni ke ci ha suggerito la notte.Emy.

 

Christian - Giovedi, 10 Aprile, 2008 alle ore 23:14:49

commento: emanuela, ma le poesie ke scrivi da cosa sn ispirate? da fatti della tua vita, o da visioni del paesaggio, musiche, o altro? hai un modo di scrivere estetico, specialmente questa poesia.

 

Christian - Giovedi, 10 Aprile, 2008 alle ore 23:18:37

commento: hai mai pensato ke sia il giorno il portatore degli inganni, delle falsità, delle invadenze del cuore?
e ke la notte sia il tempo della libertà, anke dei pensieri ke il giorno nn riesci a fare perché nn te li fanno fare? quindi l'arrivo del giorno è una cosa negativa, quasi cm l'arrivo di una reclusione degli istinti che possiamo liberare solo la notte.