Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

In linea, di Riccardo Vitelli

Guarda il profilo

 

 

Polvere e rocce, ruvide, senti

Riconosci l'odore della terra nuda

le pozze nere del sangue.

Richiamo primordiale del nostro Genere,

ti attacchi alla Madre

e il suo capezzolo arido

è il solo appiglio all'oblio.

 

Affondi le dita nel suolo

lo trafiggi con forza sovrannaturale

che il dolore alimenta.

Percepisci il battito del sangue nelle arterie

e quello del fuoco ostile,

Ne distingui le direzioni

le deviazioni, il suono.

 

Imbracci il fucile,

Spari.

Uccidi la congettura del tuo nemico

troppo simile a te

troppo diverso ai tuoi Signori.

La realtà ti soverchia

il futuro sbiadisce

nel nome di tuo fratello.

 

Gonfio il cuore

Sgombero è l'animo

dietro le porte della follia.

Una scheggia, come tante,

ti evita l'alienante corridoio a senso unico.

 

 

Riccardo Vitelli

 

 

Commenti

 

princess - Mercoledi, 26 Marzo, 2008 alle ore 16:57:07

commento: mi piacerebbe avere un indirizzo mail di riccardo,
grazie