Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

La pecora smarrita, di Edywild

Guarda il profilo

 

Io sono una pecora,
Mi sono smarrita..
Ho perso il mio Signore nel cammino contorto della mia vita.
Tremo, ho freddo , ho paura …
Al posto del cuore c’è una roccia..
Dentro la roccia non nasce acqua..
Non conto più le stelle
Nella magnifica notte in cui nasci
Non ti vedo
Ma ogni notte nasci..
E ogni notte non ti vedo
Non conto più i miei peccati …
Son troppi agli occhi tuoi ,Signore..
Se la Tua misericordia mi assolve
È il mio cuore di pietra che non mi perdona..
Umano orgoglio.
Maledetto orgoglio..
Sono una pecora che bela …
Bela di fame,
Fame di Te, che  Mi tendi la mano e non la vedo
Fame di Te nel mio animo che si nutre di incubi per sopravvivere
E intanto muore.
Non mi lasciare qui a morire mio Signore
Nel lurido inganno del mio essere miserevole
Non voglio impazzire
affogata dal pensiero delle mie colpe,
Aiutami ..
Aspetto la gioia,
Quella gioia totale e viscerale che solo Tu sai dare  Che solo da Te nasce,
Come un bambino che ride e gioca..
Così voglio tornare..
Un bambino che cammina carponi verso i Tuoi piedi
Un bambino che tende le braccia
Verso Il rifugio..  Corrotta la mia anima..
Vaga nel buio... perché senza Te ogni cosa è buia e infinitamente vuota..
I miei occhi ciechi,
Le mie orecchie sorde,
Il mio corpo una palla di cemento che rotola senza direzione.
Che la beatitudine scenda sul mio spirito e lo faccia rinascere,
Fammi luce..
Fai luce a questa pecora, ultima del tuo gregge
Che si è perduta  e ha paura,
E piange,
E vuole tornare a casa,
E vuole Te..