Menù principale

Racconti

Poesie

Pittori

Sculture

Musicisti e cantanti

Foto e fotografi

Fumetti

Dio e la fede

 

Consigli per scrittori

Consigli per gli aspiranti scrittori

Grammatica italiana

Agenzie letterarie

Case editrici per autori esordienti

 

 

L’amore è destino, di Alessandro Nanni

 

Tu che stai rendendo la mia vita perfetta,
che mi fai sembrar giusto questo mondo,
dimmi come rendi chiara l’oscurità
perché per la prima volta nella mia vita
tutto quello che ho imparato andrebbe perso
se tu mi lasciassi solo

Mi ricordo come i tuoi occhi si illuminavano
quando ti dicevo che eri il mio sogno realizzato.
E adesso i fiumi della tristezza scorrono verso il mare
scorrono verso il mare piangendo,
perché avevo barattato amore con ciò che pensavo
fosse libertà

Alcune cose sono destinate e l’amore è destino,
prendi la mia mano
prendi anche tutta la mia vita,
perché non posso fare a meno di innamorarmi di te

Ero solito ridere quando dovevo piangere,
ero solito lasciare che questi sentimenti mi passassero davanti,
ma ora che credo in loro
amami nel tempo e prendimi nel tuo cuore,
tu sei il mio destino, non posso trattenermi
sei il mio sogno realizzato

La vita non sarà mai giusta come vuoi te
e io non voglio perderti come un prezioso respiro d’aria.
Mi ricordo di tutte le volte in cui mi dicesti
che l’amore è tutto ciò che non tramonta mai.
Quando stringi la mia mano non capisco che magia fai,
ma capisco che voglio sia per sempre
Alcune cose sono destinate e l’amore è destino,
prendi la mia mano
prendi anche tutta la mia vita,
perché non posso fare a meno di innamorarmi di te

Non posso fare a meno di innamorarmi di te
questo è il presente, questa è la realtà;
l’amore è destino e tu sei tutto quello che io desidero.
Questa non è una canzone chiara, ma mi è molto cara.
Penso che possa solo essere
la rappresentazione dei miei sentimenti che nascono nel tuo nome.

Alessandro Nanni

 

Commenti

 

emy - Giovedi, 3 Aprile, 2008 alle ore 23:09:48

commento: L'autore mi perdoni!Non vorrei essere troppo diretta, forse sarebbe meglio pubblicare solo commenti positivi... ma stasera non riesco a frenare l'istinto e devo proprio chiedere all'autore: ma è un salmo? una preghiera? In questa poesia c'è "qualcosa" di roboante che la rende vuota, forse le continue iterazioni o forse il continuo ripetere in maniera ossessiva che l'amore è destino. Non avevo dubbi: anche la vita e la morte sono destino.